galleriafoto

Ti trovi qui:

Home

Ordine e FNSI su parole presidente Mattarella in difesa del pluralismo

Attenzione: apre in una nuova finestra. Versione in pdfStampaE-mail

Lunedì 29 Ottobre 2018

 «Il pluralismo e la libertà di opinione sono condizioni imprescindibili per un Paese civile, come afferma la nostra Costituzione». L’Ordine Nazionale dei Giornalisti e la Federazione Nazionale della Stampa Italiana ringraziano il presidente della Repubblica Sergio Mattarella che, per la quarta volta nel giro di pochi giorni, ha sentito il bisogno di richiamare l'attenzione collettiva sul valore della libertà di informazione, architrave di ogni ordinamento democratico. Parole, le sue, ancora più significative perché racchiuse nel messaggio inviato alla Sir, agenzia di informazione religiosa, a qualche ora dall'annuncio della chiusura dei fondi di garanzia a sostegno del pluralismo editoriale e dai reiterati attacchi contro giornalisti e giornali del gruppo Gedi. «Non assisteremo in silenzio a questa offensiva contro l'articolo 21 della Costituzione e contro la pluralità delle voci e, nelle prossime ore, proporremo a tutte le parti sociali e a tutte le associazioni interessate alla tutela del diritto ad informare ed ad essere informati di promuovere tutte le iniziative necessarie a contrastare un disegno intollerante e intollerabile». Lo affermano, in una nota, Ordine dei Giornalisti e FNSI.

 

Il caso di Lecce già segnalato al Consiglio Territoriale di disciplina

Attenzione: apre in una nuova finestra. Versione in pdfStampaE-mail

Giovedì 25 Ottobre 2018

 L’Ordine dei giornalisti della Puglia ha già provveduto a segnalare al Consiglio Territoriale di disciplina il caso delle minacce alla collega di Lecce per verificare eventuali profili di responsabilità di natura deontologica da parte di iscritti all’Albo.

E' quanto osserva in una nota l'Ordine dei giornalisti della Puglia in merito a quanto accaduto a margine del congresso della Confcommercio leccese. "Bene hanno fatto Fnsi e Assostampa Puglia a segnalare  il caso. In questa delicata fase in cui la professione giornalistica è sotto attacco - si legge nella nota - è necessaria la collaborazione di tutti per impedire che il dovere di informare e il diritto dei cittadini ad essere informati siano infangati da comportamenti che non possono far parte del bagaglio culturale e democratico di chi è iscritto al nostro Ordine".

   

Consiglio nazionale: approvate le linee guida per la riforma dell’ordine dei giornalisti

Attenzione: apre in una nuova finestra. Versione in pdfStampaE-mail

Mercoledì 17 Ottobre 2018

Il Consiglio nazionale dell'Ordine dei giornalisti ha approvato a larghissima maggioranza le linee guida per la riforma dell'Ordine dei giornalisti. La proposta vuole condurre il giornalismo nel mondo di oggi, digitale e social. La proposta risponde alla necessità di ridare dignità al giornalista ed alla professione come risorsa fondamentale per la democrazia e il diritto dei cittadini di essere informati.

 Linee Guida per la Riforma dell’Ordine dei Giornalisti

   

I giornalisti italiani pronti a mobilitarsi contro gli attacchi alla Costituzione: “giù le mani dall’informazione”

Attenzione: apre in una nuova finestra. Versione in pdfStampaE-mail

Venerdì 12 Ottobre 2018

 alt«L’attacco ai giornalisti del gruppo Gedi è solo l’ultimo episodio di una serie di attacchi alla libertà di informazione che tradisce il vero obiettivo di questa campagna: indebolire l’articolo 21 e tutti i valori contenuti nella prima parte della Costituzione. Un attacco da respingere con forza, tutti insieme». Con queste parole il segretario generale della Fnsi, Raffaele Lorusso, ha aperto la conferenza stampa convocata nella sede del sindacato dopo le polemiche innescate dall’anatema del vicepremier Di Maio contro Repubblica e l’Espresso.

 

Leggi tutto

   

Cronaca e minori a Taranto, l'Ordine dei Giornalisti della Puglia richiama al rispetto della Carta di Treviso

Attenzione: apre in una nuova finestra. Versione in pdfStampaE-mail

Mercoledì 10 Ottobre 2018

 

In merito alle cronache che a Taranto hanno riguardato due minori vittime di violenza da parte del padre, l’Ordine dei Giornalisti della Puglia richiama tutti gli iscritti a un più rigoroso rispetto delle regole deontologiche con particolare riferimento alla Carta di Treviso.

L'Ordine dei Giornalisti della Puglia ricorda che va garantito l'anonimato dei minori coinvolti in fatti di cronaca, anche non aventi rilevanza penale, ma lesivi della loro personalità, come autore, vittima o teste e va evitata la pubblicazione di tutti gli elementi che possano con facilità portare alla sua identificazione, quali le generalità dei genitori, l'indirizzo dell'abitazione o della residenza, la scuola, la parrocchia o il sodalizio frequentati e qualsiasi altra indicazione o elemento: foto e filmati televisivi non schermati, messaggi e immagini on-line che possano contribuire alla sua individuazione. 

L’Ordine dei Giornalisti della Puglia segnalerà senza indugio le violazioni al Consiglio territoriale di disciplina.

   

Presentati il nuovo manifesto e l’aggiornamento delle linee guida della Carta di Roma

Attenzione: apre in una nuova finestra. Versione in pdfStampaE-mail

Sabato 06 Ottobre 2018

 L’edizione 2018 delle linee guida del codice deontologico Carta di Roma vuole essere uno strumento aggiornato rispetto ai cambiamenti di concetti e luoghi che il racconto delle migrazioni oggi impone. Per i 10 anni della Carta di Roma l’impegno è, come sempre, di portare al centro dell’informazione la verità sostanziale dei fatti quando si parla di migranti, rifugiati e richiedenti asilo.

Leggi tutto

   

Premio Giornalista di Puglia Michele Campione

ORDINE DEI GIORNALISTI

Consiglio Regionale della Puglia

Strada Palazzo di Città, n.5
70122 – Bari
tel. 080.5223511
fax 080.5223502
ordine@og.puglia.it
PEC: ordinegiornalistipuglia@postecert.it

Apertura Al Pubblico
da lunedì a venerdì 9.00/16.00

Coordinate Bancarie Odg Puglia
Banca Sella SPA
IBAN: IT88E0326841630000893017990

Bonifici dall’estero:
Codice SWIFT: SELBIT2BXXX

Conto corrente postale: 19215706

Accedi alla tua casella pec

Clicca qui per accedere alla tua casella PEC

Orari segreteria

Disponibile dal Lunedì al Venerdì, dalle 9 alle 16

Strada Palazzo di Città,5 - 70122 BARI
P.IVA 80017010721

EmailQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Tel: 080 522 3511 - Fax: 080 522 3502