galleria-foto

Ti trovi qui:

Home

L'Ordine dei Giornalisti della Puglia solidale con i colleghi dell'ANSA

Attenzione: apre in una nuova finestra. Versione in pdfStampaE-mail

Venerdì 26 Giugno 2015


 alt  L’Ordine dei Giornalisti della Puglia esprime pieno sostegno ai colleghi dell’Ansa impegnati nella difesa dei livelli occupazionali e della centralità dell’agenzia nel sistema dell’informazione in Italia.

Il piano di riorganizzazione presentato dalla proprietà nel quale, a partire dal 1° luglio, vengono indicati 65 esuberi tra cassa integrazione e contratti di solidarietà, punta a scaricare sui lavoratori gli effetti della crisi.

La necessità di contenere i costi non può in alcun caso compromettere la qualità dell’informazione né la complessa articolazione territoriale, che da sempre sono i punti di forza dell’Ansa. Dopo i pesanti sacrifici già sostenuti negli ultimi anni è necessario oggi assicurare una reale prospettiva di sviluppo dell'agenzia.

L'Ansa rappresenta un patrimonio di competenze e correttezza professionale al servizio dell'informazione in Italia e nel mondo che non può essere disperso e uno strumento di conoscenza e di lavoro importante a tutti i livelli e in tutti i settori, incluse le amministrazioni locali e le regioni, dove sono presenti redazioni che offrono un servizio a stretto contatto con il territorio.

 

 

Finanziamento “ex fissa”, il Ministero approva: entro fine giugno l’acconto da 10mila euro

Attenzione: apre in una nuova finestra. Versione in pdfStampaE-mail

Venerdì 19 Giugno 2015

 

Il Ministero del lavoro e delle politiche sociali ha notificato all’Istituto Nazionale di Previdenza dei Giornalisti Italiani, la positiva conclusione dell’iter ministeriale di approvazione del finanziamento – deliberato dal Cda dell’Inpgi a dicembre 2014 – concesso dall’Istituto al Fondo contrattuale “Ex fissa”, in esecuzione degli accordi intervenuti tra le parti sociali (Fnsi-Fieg) in occasione dell’ultimo rinnovo contrattuale. A darne comunicazione è lo stesso ente di previdenza con un comunicato stampa.

Leggi tutto

   

MINACCE E INSULTI: SOLIDARIETA' ALLA GIORNALISTA SAMANTHA DELL'EDERA, CRONISTA DEL CORRIERE DEL MEZZOGIORNO

Attenzione: apre in una nuova finestra. Versione in pdfStampaE-mail

Sabato 13 Giugno 2015

L’Ordine dei Giornalisti della Puglia esprime pieno sostegno e profonda solidarietà alla collega Samantha Dell’Edera, cronista del Corriere del Mezzogiorno e condanna con forza gli insulti sessisti, le minacce e i volgari riferimenti nei suoi confronti pubblicati su Facebook in relazione a servizi giornalistici sull’azienda di trasposto urbano di Bari, Amtab.

Nel rivolgere un vivo appello alle competenti autorità perché gli autori del grave atto intimidatorio vengano individuati e sanzionati, ribadisce che la libertà di informazione e di critica, sancita dall’art. 21 della Costituzione, resta un presidio insostituibile della convivenza democratica al servizio dei cittadini. 

L’Ordine invita la collega Dell’Edera nel continuare con serenità e professionalità ad esercitare la sua attività in favore della comunità barese che ha nella trasparenza delle istituzioni e nel ruolo di controllo da parte degli organi di stampa due punti di riferimento per la sua crescita sociale e civile.

   

A LUCERA E SAN SEVERO NIENTE RESTRIZIONI PER LA STAMPA. Adesso è tempo di revocare i regolamenti per l’accesso dei media ai consigli comunali

Attenzione: apre in una nuova finestra. Versione in pdfStampaE-mail

Venerdì 12 Giugno 2015

A proposito degli attacchi ai giornalisti in provincia di Foggia, riceviamo una nota dal presidente del Consiglio comunale di Lucera. A seguire, la replica.

A seguito dell’ultimo comunicato del Consiglio dell’Ordine dei Giornalisti di Puglia del 09.06.2015, io sottoscritto Luca Borrelli, in qualità di Presidente del Consiglio del Comune di Lucera, esprimo tutto il mio dissenso e il mio sdegno per le notizie assolutamente false e tendenziose nello stesso contenute (limitatamente a ciò che riguarda il Comune che mi onoro di rappresentare). 

Premetto che un regolamento per le riprese audio-video, non scevro da imperfezioni, è stato approvato dopo 3 mesi dal nostro insediamento, ma – essendoci subito accorti dell’errore – lo stesso non è stato mai applicato e mai nessuno ha chiesto la sua osservanza; nel mese di marzo, la Conferenza dei Capigruppo, unitamente al Sindaco, si è impegnata a provvedere al suo riesame.

Leggi tutto

   

ATTACCHI AI GIORNALISTI IN PROVINCIA DI FOGGIA, CONDANNA DAL CONSIGLIO DELL'ORDINE CHE PROMUOVE UN INCONTRO PUBBLICO

Attenzione: apre in una nuova finestra. Versione in pdfStampaE-mail

Martedì 09 Giugno 2015

 Il Consiglio dell’Ordine dei giornalisti di Puglia condanna con forza le recenti decisioni dei consigli comunali di San Severo e Lucera, importanti città della provincia di Foggia, con le quali si limita e qualche volta si impedisce il dovere – diritto di raccontare le assise comunali da parte della stampa locale. Nelle due città si adottano regole e regolamenti che costringono i giornalisti a procedure complicate per accedere alle aule consiliari, in particolare per quel che concerne le riprese audio/video. È singolare che nell’era delle immagini e delle trasmissioni istantanee, amministrazioni pubbliche tenute per legge alla massima trasparenza e alla più larga diffusione dei propri atti pretendano di irreggimentare i cronisti con cavilli burocratici dal sapore antico.

Leggi tutto

   

DIECI ORDINI REGIONALI CONTRO IL CNOG: SULLA REVISIONE DELL'ALBO APPLICHEREMO LA LEGGE

Attenzione: apre in una nuova finestra. Versione in pdfStampaE-mail

Lunedì 01 Giugno 2015

I sottoscritti presidenti degli Ordini regionali esprimono sconcerto rispetto al documento sulla revisione dell’Albo approvato dal Consiglio nazionale il 14 maggio 2015. Il Cnog attraverso le cosiddette linee guida, pur partendo dal lodevole e condivisibile intento di armonizzare le procedure su tutto il territorio, sfocia nel suggerimento di una clamorosa violazione della normativa professionale  laddove invita, di fatto, gli Ordini regionali a sospendere l’efficacia dell’articolo 41 della legge 69/1963 e del collegato articolo 30 del Dpr 115/1965: le due norme in combinato obbligano gli Ordini regionali a procedere alla revisione degli elenchi almeno una volta l’anno e a cancellare per inattività gli iscritti che risultino privi dei requisiti professionali previsti dalla legge istitutiva all’articolo 1. Tutto ciò rientra nelle prerogative di tenuta dell’Albo, ovvero uno dei compiti fondamentali per il quale l’Ordine è nato. Non è superfluo, a questo punto, sottolineare che solo una legge dello Stato può superarne una precedente: un pur autorevole ordine del giorno del Cnog di certo non può sostituirsi alle linee guida fondamentali, quelle indicate dalle norme vigenti. 

Leggi tutto

   

ricerca iscritto

ricerca iscritto

Cerca

Ricerca avanzata >>

Accedi alla tua casella pec

Clicca qui per accedere alla tua casella PEC

Orari segreteria

Disponibile dal Lunedì al Venerdì, dalle 9 alle 16

Strada Palazzo di Città,5 - 70122 BARI
P.IVA 80017010721

EmailQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Tel: 080 522 3511 - Fax: 080 522 3502